Non c’è democrazia senza informazione libera.

Ma come fanno a non vergognarsi di fronte al mondo intero?
Pensano davvero che i loro comportamenti disonorevoli, pubblici e privati, possano a questo punto venire ignorati dalla cittadinanza con un divieto di pubblicazione?
Berlusconi ormai crede solo nella forza e nel denaro.
La sua sfida non ha nulla di eroico, abusa della sua posizione dominante confidando che la menzogna su cui ha costruito il suo consenso possa perpetuarsi.
E’ un illuso, ma quanto avvenuto alla Camera -immobilizzata per servire i suoi interessi personali- dimostra che può ancora fare molti danni alla democrazia italiana. 
Non c’è democrazia senza informazione libera. 
(dal blog di Gad Lerner)

Commenti

Post popolari in questo blog

Me la sono portata dietro per tutta la mia vita..