Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Chiudiamolo sto facebook!

In America...

Ecco perche odiano twitter....

Piovono pietre - Dario Fo

"Ci risiamo, piovono pietre! 
E’ straordinario: tutte le volte che mi capita di scrivere o recitare un lazzo grottesco su un personaggio politico della destra e qualche volta anche della sinistra, vengo subito aggredito da una caterva di insulti dai soliti giornali moralmente corretti e dai media in genere. 
In questo caso lo sberleffo indegno che ho prodotto ha colpito due personaggi che rischiano di venire eletti come ministri o sottosegretari del nuovo governo. Ed ecco che scatta subito il reato di lesa maestà. Il primo da me colpito è stato Brunetta, detto da qualche commentatore sgarbato ‘il petulante di turno’. Il secondo è l’ex Presidente del Senato Schifani. Mi sono permesso di far notare come il suo cognome sia onomatopeico... in quel suo nome c’è già tutto: il rifiuto e il senso di angoscia che procura il suono di questa parola. Schifani.
Cominciamo con il puntualizzare come mi sono espresso nella prima ironia. Di che atto indegno mi sono macchiato?
Ho detto: “Brunetta che…

madre certa, padri ignoti

Bel Ministro!

Tra i ministri centristi del nuovo governo spunta, un po’ a sorpresa, Gianpiero D’Alia dell’Udc. A sorpresa perché non era tra i favoriti, ma soprattutto perché va a occupare una posizione, quella di ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, che non mancherà di suscitare polemiche visto che D’Alia è tra i padri della legge cosiddetta “ammazza-web”.

Siciliano, nato a Messina nel 1966, è figlio d’arte: suo padre è stato deputato della Dc. È alla sua prima esperienza da ministro, ma nel governo Berlusconi è stato sottosegretario agli Interni tra il 2005 e il 2006. Attualmente è vice capogruppo vicario di Scelta Civica alla Camera dei Deputati e segretario regionale dell’Udc in Sicilia.

In Parlamento dal 2001, D’Alia è salito all’onore della cronache per il progetto di legge contro l’apologia di reato a mezzo internet. Nel 2009, durante la discussione del “decreto sicurezza”, D’Alia propose un emendamento (l’ementamento D’Alia, appunto) nel quale sanciva la “Repressio…

nemmeno la bidella

Letta continua

Buon 25 Aprile!

Quando un Ministro così da noi?

Questa è la Sinistra che voglio!

Te lo dico io Debora!

Te lo dico io Debora,il motivo per cui non hanno voluto Rodotà:
Cipria li tiene per le palle, intercettazioni Mancino distrutte?
... siamo sicuri che non ci siano copie in giro?
Per non parlare della Monte dei Paschi.. si vuole davvero scoperchiare tutto?
Volendo si potrebbe, ma non si può....

Burattini senza fili

Burattini senza fili:
"Grillo è uno squilibrato,
 i Cinque Stelle un branco di burattini", 
Berlusconi. Per il capo del Modello Unico pdl-pdmenoelle, caso irripetibile al mondo in cui un tizio è responsabile sia del partito di governo che di quello di opposizione per vent'anni, io sarei uno squilibrato. 
Detto da lui è una medaglia al valore. 
Il M5S è rimasto il solo soggetto politico a contrastare Berlusconi. 
Il M5S è il nemico da abbattere su ogni canale televisivo. 
Berlusconi si riferisce con disprezzo agli attivisti e ai parlamentari del M5S dandogli dei burattini. 
Ma chi ha creduto in Parlamento che Ruby fosse la nipote di Mubarak?
 Chi ha occupato in massa il Tribunale della Repubblica di Milano? 
Burattini senza fili che non hanno nemmeno bisogno di ordini. 
Muovono la coda per puro riflesso.

sottile metafora

restate sintonizzati

non venduto...svenduto!

D' Alema: Io non ci credo...

Funeral Party di Marco Travaglio - Fatto quotidiano di oggi

Funeral Party di Marco Travaglio
La scena supera la più allucinata fantasia dei maestri dell’horror, roba da far impallidire
Stephen King e Dario Argento. 
Il cadavere putrefatto e maleodorante di un sistema marcio e schiacciato dal peso di cricche e mafie, tangenti e ricatti, si barrica nel sarcofago inchiodando il coperchio dall’interno per non far uscire la puzza e i vermi. 
Tenta la mission impossible di ricomporre la decomposizione. E sceglie un becchino a sua immagine e somiglianza: un presidente coetaneo di Mugabe, voltagabbana (fino all’altroieri giurava che mai si sarebbe ricandidato) e potenzialmente ricattabile (le telefonate con Mancino, anche quando verranno distrutte, saranno comunque note a poliziotti, magistrati, tecnici e soprattutto a Mancino),che da sempre lavora per l’inciucio (prima con Craxi, poi con B.) e finalmente l’ha ottenuto. 
E con una votazione dal sapore vagamente mafioso (ogni scheda rigorosamente segnata e firmata, nella miglior tradizione corleonese). Pur …

con Berlusconi non si fanno riforme né accordi.

«Credo che la sofferenza di oggi possa insegnare qualcosa alla sinistra: per esempio, che non si vive di sole tattiche, la sinistra non può farlo. Che non si può passar sopra i principi, non sono trattabili. Che con Berlusconi non si fanno riforme né accordi. Che le ambiguità del passato si pagano tutte. Berlusconi, la destra, possono fare quello che vogliono, possono sfondare il muro della decenza e della costituzionalità e restano in piedi lo stesso. Ma se la sinistra non è limpida, unita, sinceramente agganciata a dei principi di igiene politica che tutti riconoscono, allora la sinistra paga e duramente. Non ha alternative all'essere “brava”, sincera, unita, pulita. Aggiungerei generosa. È come se la storia la richiamasse senza sconti al rispetto della sua natura, della sua vocazione. Quel fronte ideale che Grillo si impegna a rivendicare per sé e per la sua formazione esiste già: sta nella base della sinistra».

Francesco Guccini

Esattamente

Superato il limite?

Chiedetevi il perchè...

Non è sinistra...

espresso repubblica

portarsela nella cabina elettorale

stamparsela a dimensione “santino” per portarsela nella cabina elettorale 


insospettabilmente-superficiale


casting per il titanic a nostra insaputa

cortile di palazzo grazioli. cane dudù, fidanzata di berlusconi e alcuni uomini di scorta. 
più ci penso e più mi sembra che sia in corso un casting per il titanic a nostra insaputa.

madmoisellecrubellier

Cosa mi tocca leggere

Cosa mi tocca leggere:

Il giovane, secondo quanto si è appreso da fonti investigative, aveva iniziato a perseguitarla e Denise si era rivolta ai carabinieri di Montebelluna. Il quarantenne era stata chiamato in caserma; una ramanzina, il consiglio di cambiare registro e lasciar in pace l’ex fidanzata. Ma qualcosa forse già covava nella mente dell’uomo, perchè risulta che poco dopo abbia fatto richiesta alle autorità per ottenere il porto d’armi per “uso sportivo”. La Beretta modello ‘Iver’ con la quale ha fatto fuoco stasera l’aveva acquistata a marzo 2013.

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2013/04/16/news/montebelluna-due-morti-nel-parcheggio-dell-interspar-1.6894728

Complimenti a coloro che hanno rilasciato il porto d'armi e ai deficienti che sostengono che bisogna armarsi per paura dei ladri

Quirinarie

troppo cresciuti per mangiarli

Così muore la Lega

è così che muore un movimento populista, sotto scroscianti mazzate

(comunque ancora troppo poche)


Anche il calendario è comunista.

Cipria ridiventa affidabile, generoso, disinteressato, avveduto, bipartisan.

Sarà la quarta o la quinta volta, in vent’anni di berlusconismo, che il Cavaliere ridiventa affidabile, generoso, disinteressato, avveduto, bipartisan.

Di solito gli capita – casualmente, s’intende – quando perde le elezioni, quando rischia di restare fuori dai giochi, quando ha bisogno di una sponda con quelli che fino a un mese prima insultava. E ovviamente quando i suoi processi si mettono male, quando le sue tivù hanno bisogno di alleanze.

E quelli, ogni volta, ci cascano: i suoi ‘non sono voti di serie B’, per carità, e ‘basta con la logica del nemico da abbattere‘.

Ci cascano, ancora una volta, senza capire che questa è davvero l’ultima: non per il Caimano, ma per loro.



Gilioli qui.

Social Pirla

Bersani è arrivato il momento di scegliere da che parte stare

Con i voti di Pd e M5S la “Giunta delle elezioni” può decidere rapidamente l’esclusione di Berlusconi dal Parlamento, liberando il panorama politico italiano dal quasi ventennale incubo dell’illegalità e dell’inciucio. Per Bersani è arrivato il momento di scegliere da che parte stare.


leggi qua

Voi poveri magri...

A volte ritornano

Hai il Q.I. basso? Sarai di destra e razzista.

Alla Brock University, Ontario, Canada, non hanno dubbi: se da bambino hai un Q.I. meno sviluppato, con moltaprobabilità da grande diventerai razzista, conservatore epieno di pregiudizi.leggi qui

o bacia la mano o gliela morde...

Analogie?

del pudore e del disagio

Così mi hanno detto di dire...

Grill Val Un

Renzie!

Un paio di giorni fa...

la maledizione

fiducia nella crescita

tutto il resto è...