Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2011

Elio Vittorio Belcastro

Intervistato  da radio 24:
... Dunque, lei ora è sottosegretario all'Ambiente, giusto? Sa dirmi cos'è il protocollo di Kyoto?


Il protocollo di Kyoto io lo so cos'è, ma non glielo consento a lei ... io c'ho tre lauree, per cui ... non le consento di fare questi giochini ... io invece non lo so lei che lauree ha ...



Poi ci chiediamo perché le cose vanno male in Italia....






.

hai!

Peso el tacon del sbrego

Dice Tremonti: ho accettato la casa di Milanese perché quando andavo a dormire a Roma nella caserma della Guardia di finanza (nota bene: di cui Tremonti è il capo!) non mi sentivo al sicuro, mi sentivo spiato.

S'è visto come è andata a finire la scelta.

Ma perché non ha denunciato in parlamento questa sua sensazione non appena la ebbe?

Sta dicendo che c'è eversione nella GdF che spia il su capo, il ministro dell'economia?

Immaginate la stessa frase in bocca a Maroni se dormisse in una caserma della polizia?
O in bocca a La Russa se dormisse in una caserma dei carabinieri?
O in bocca a Nittto Palma se dormisse in una caserma degli agenti di custodia?

Sarebbe o no materia di commissioni di inchiesta?


Santalmassi

Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?

decentramento

foto dell'anno

Come ce la vendono....

Paga, Berlusca, paga!

Cir incassa il risarcimento da Fininvest per la questione Lodo Mondadori. La holding dei De Benedetti comunica di aver ricevuto da Fininvest il pagamento di circa 564,2 milioni, liquidato dalla Corte d'Appello di Milano con sentenza depositata in data 9 luglio 2011, quale risarcimento del danno causato a Cir dalla corruzione giudiziaria a suo tempo posta in essere nella vicenda del Lodo Mondadori.


L'importo e' comprensivo di spese legali e interessi dal 3 ottobre 2009. Cir prende atto dell'intenzione di Fininvest di ricorrere in Cassazione avverso la sentenza di secondo grado e si dice 'pienamente fiduciosa che le buone ragioni della societa', gia' riconosciute da una sentenza penale passata in giudicato e da due gradi di giudizio civile, troveranno in tale sede ulteriore e definitivo riconoscimento'.


RADIOCOR

feltri 2

Radio Padania: "Non c'è più tempo per continuare la 
trasmissione perché il regista mi dice che
deve andare a comprare 6 tonnellate di fertilizzante".
Ovvero tentare di fare dell'ironia per credersi intelligenti.

Ma cosa ha Feltri nella testa?

Trovate le differenze:

Il multiculturalismo è il terreno di coltura di un’ideolo­gia razzista­ che fa proseliti tra quanti hanno la sensazione di non risie­dere più a casa loro, che presto si ri­durranno a essere minoranza e for­se a esserne allontanati. Ecco per­ché multiculturalismo e razzismo sono di fatto due facce della stessa medaglia. La mia conclusione? Se vogliamo sconfiggere questo razzi­smo d­obbiamo porre fine al multi­culturalismo.
Magdi Cristiano Allam,Il Giornale We must destroy multiculturalism; deconstruct it, delegitimise it, and acknowledge it as the Utopian self-destructive fantasy that it is. - Anders Behring Breivik, A European Declaration of Independence - 2083 (gravitazero su tumblr))
Una persona con un ideale ha la stessa forza di novantanove 
                     che hanno solo interessi. (John Stuart Mill)

però era biondo!

Totò, però era più bravo!

Bell'articolo di Sofri.

QUANDO arrivò a capo della creazione, Dio si frugò nelle tasche e trovò una manciata di granelli di polvere. Rovesciò le tasche, strofinò i polpastrelli, la polvere cadde e fece la Norvegia, mari e monti, isole e fiordi. Nessun posto del mondo è così bello e così civile.

http://www.repubblica.it/esteri/2011/07/23/news/sofri_norvegia-19494051/?ref=HREA-1

E' riapparso!

Quando si parla di autorevolezza....

[ ]..
L’immagine dell’Italia nelle tv di tutto il mondo era, infatti, quella di Napoli sommersa dai rifiuti.Il 18 novembre 2007 in Piazza San Babila a Milano annuncia di voler costituire un nuovo partito, al fine di riunire tutti i moderati ed il 14 aprile2008, dopo la caduta del Governo Prodi, viene rieletto in Parlamento e nominato Capo di Governo.In soli 100 giorni risolve il problema dei rifiuti a Napoli ed il 29 marzo 2009 fonda il Popolo della Libertà.L’Italia, che per copa delle Sinistre, si era mostrata per ben due anni, dal 2006 al 2008, subalterna in Europa, ondivaga nella politica in Medio Oriente, incerta nei confronti delle minacce del terrorismo internazionale, nei rapporti con gli Stati Uniti e con la Nato, titubante nel mantenere gli impegni presi, grazie a Silvio Berlusconi riacquistava la fiducia internazionale ed il ruolo che le spettava come Paese fondatore dell’Unione Europea.
http://silvioperilnobel.blogspot.com/

http://www.ryanair.com/it

Gli zombie della Tav

In questi giorni mi aggiro per la spiaggia vicino a casa mia. Sono giorni terribili. C'è continuamente qualcuno che mi ferma e dopo i convenevoli mi dice che ho ragione su tante cose, ma che la Tav in Val di Susa serve al Paese. 
Spiego, sempre meno pazientemente, che non è una Tav, ma una Tac. Treno ad Alta Capacità, merci non persone. Che la ferrovia in Val di Susa c'è già e che trasporta sempre meno merci anno dopo anno, fino al 30/40 % in meno del carico possibile. L'opera costa 22 miliardi di euro pagati dai contribuenti per un tunnel di 52 chilometri, in una montagna ricca d'amianto, che sarà terminato tra più di vent'anni. 
Ogni volta l'interlocutore, che ha sempre in mano un quotidiano, scuote la testa e mi dice 'Lo so, ma è il progresso, non possiamo rimanere tagliati fuori dall'Europa!'. 
Cosa devo fare per non impazzire? 
Ditemelo voi.
(tratto ovviamente dal blog di Grillo)

repetita iuvant

Della serie i disclaimers non sono mai troppi:
Premetto che non è mio,  l'ho rubato (diciamo preso in prestito) in rete.
Lo condivido al 100%


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Questo blog non è un giornale e non è un prodotto
Non è neppure un ferro da stiro, un clistere, un’oloturia o un pentametro giambico. 
Se voi scambiaste questo blog per un ferro da stiro, un’oloturia o un pentametro giambico sareste inequivocabilmente, sono certo che ne converrete, dei monumentali fessi, giusto?
Ecco, stessa cosa se lo scambiate per una testata giornalistica.
Se invece l’avete scambiato per un clistere, che vi devo dire, non sarò certo io a criticare il modo in cui sollazzate il vostro retto. Ma nel caso, pulite tutto quando avete finito.

Facce da schiaffi

Immaginate uno che sta al lavoro solo nel 5 per cento del tempo in cui dovrebbe starci.


Immaginate che un giorno gli arrivi un sms in cui lo si prega di esserci, almeno quel giorno lì, che c’è una cosa importante da fare.


E immaginate che dopo aver ricevuto questo sms il super assenteista si mette pure a strillare, offeso.


Bene: adesso non immaginate più niente, perché è tutto vero.

Piovono rane

rassicurare i boss locali

“Ma sempre alle 18,38 accade qualcosa di ancora più originale: diversi deputati leghisti - tra cui il capogruppo Reguzzoni - mentre infilano il dito nella finca del sì, si fotografano con il proprio telefonino. Ma gesti come questi li fanno gli elettori in alcuni paesi meridionali per poter rassicurare i boss locali”

La Stampa

allora come ora con piccole differenze

ragioni per amare la francia

Benvenuti in Italia

Google Plus Vs Facebook

Il genio assoluto

Il genio assoluto: "
Oggi il mio obiettivo è stringere la mano al consulente d’immagine di Roberto Formigoni, quello che in perfetta contemporaneità con il boom di Spider Truman gli ha consigliato di difendere la manovra in diretta da Porto Cervo.


Prossima mossa: invitare il popolo alla castità da un sexy shop di Amsterdam, circondato da un paio di mignotte.

Il pd come i responsabili

“si e spendo il cuore e chi l’a spendo sei tu..”

Superate le 1000 visite!

Non me ne ero accorto ma in 3 mesi il mio stupido blog ha superato le 1000 visite.
I maligni dicono che sono sempre al computer ( e forse non hanno tutti i torti)
ma anch'io d'altro canto posso dire che, forse, non avete un cazzo da fare  ma sopratutto
che siete degli inguaribili curiosi, ma, lo sapete,
io vi voglio bene lo stesso!
Nella foto uno di voi da piccolo: sguardo promettente vero?

perle rubate in rete

Voto di fiducia 14/12/2010: 314 sì, 311 no
Sfiducia contro Min. Bondi 26/01/2011: 314 voti contro 292
Dl sviluppo, 21/06/2011 con 317 sì e 293 no Questo è proprio ciò che è venuto fuori dal Referendum: 
all’opposizione non abbiamo nessuno e tocca sbrigarcela da noi. UPDATE: Manovra finanziaria 15.07.2011 316 sì e 284 no. Quel 284 è la parola “Fine” e conclude la metamorfosi da “Opposizione” a Complici.

Bel post rubato a Metilparaben

Sono brutti, malmessi. Hanno addosso vestiti da quattro soldi. A occhio e croce non devono passarsela granché bene.Però vanno in giro per il quartiere mano nella mano, e più o meno una volta a settimana si concedono una dolcetto alla pasticceria qua dietro.
Dev'essere il loro momento speciale. Quello che pregustano insieme per giorni. Il massimo che possono permettersi.
Mi capita di incrociarli, mentre mangiano quella pasta in mezzo alla strada: ed è uno spettacolo da cui viene fuori tanta gioia che uno deve fare un paio di passi indietro per non esserne travolto.
Anche oggi, mentre li guardavo, erano là: brutti, poveri, malvestiti.
E felici, perché era il loro momento speciale.
Poi leggo quello che vi raccontate per telefono, voi che fate man bassa di soldi e potere e cariche e macchine e barche e vestiti e zigomi di plastica e conti all'estero.
Leggo quello che vi dite: i vostri insulti, il vostro odio, le vostre maledizioni, il vostro rancore.
Siete sempre incazzati neri.
S…

Tremonti sul Titanic

Arrivano dalla Provincia di Catania i mobili per i ministeri «monzesi»

Poco importa se la Brianza è considerata la patria del mobile, la Lega Nord, per portare a termine l'operazione di decentramento annunciata a metà giugno a Pontida, sembra avere preferito un'azienda siciliana a oltre 1300 chilometri di distanza. I pacchi contenenti sedie, scrivanie e cassettiere sono stati scaricati mercoledì mattina sul piazzale d'onore della Villa Reale, destinata a ospitare le sedi periferiche a partire dal prossimo 23 luglio, e sono stati montati da operai di una ditta di Gallarate. 



http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_luglio_14/mobili-villa-reale-monza-ministeri-lega-catania-1901088553697.shtml

Meglio dormire. Andare al mare. Dimenticare?

In margine alla vicenda del Lodo Mondadori, ci sarebbe da ragionare su un’enormità.  Talmente enorme che se ne parla poco e si fa finta di dimenticarsene, anche perché non si può vivere sempre nell’ angoscia più nera (un quid di rimozione, in Italia, è indispensabile per la sopravvivenza). L’enormità è questa: che secondo le carte giudiziarie il capo del governo di questo Paese si sarebbe giovato, per costruire le sue fortune, della corruzione di un giudice. Reato più devastante, per un uomo che rappresenta le istituzioni, quasi non è concepibile.  Sono le classiche e ricorrenti situazioni nelle quali ci si chiede “in quale altro Paese mai potrebbe accadere”, eccetera eccetera. Pure, nella puntuta difesa che il suo esercito di avvocati e i suoi familiari, e co-intestatari dei beni, fanno di Berlusconi, lo scrupolo di negare un’ accusa così infamante non appare certo al primo posto. Si fa cenno alla salute dell’ azienda, alla tutela dei posti di lavoro, si mette in discussione la cifra i…

quando uno stato fallisce

Mentre Obama tratta senza sosta per evitare il default agli Stati Uniti il Minnesota è fallito. 
«Shut down» compare su i cartelli affissi in tutti gli uffici pubblici dello Stato. I 24mila dipendenti statali che da giorni bivaccano davanti alla sede del governo federale hanno un biglietto di sola andata per le loro case. 
Chiusi i parchi pubblici, bloccati i lavori di strade e altre infrastrutture. In cassa non ci sono soldi e il governatore, il democratico Mark Dayton, non ha potuto far altro che 
prendere atto della realtà. Da il Corriere

l'ultima bambola della Mattel

Ma Ghedini non sa che fa la Cassazione?

Ma Ghedini non sa che fa la Cassazione?: "Dopo le continue sparate dell'avv.Nicolò Ghedini 'Berlusconi non pagherà la somma cui l'ha condannato la corte d'appello, ricorreremo in Cassazione....', improvvisamente, ieri, Berlusconi paga.
Per forza.
Questo passaggio la dice lunga su come funziona la cultura di un paese e il suo sistema di informazione.

Mi spiego.

LA Cassazione non è un terzo grado di giudizio. Non rifa' per la terza vota il processo. Esprime solo un giudizio di legittimità.
Cioè la sentenza d'appello è definitiva.
Salvo che per una serie di casi previsti dalla legge, e di cui si occupa, appunto, la Corte Suprema: come nel caso di sentenza emessa in violazione delle leggi, ecc. ecc.

Quindi nel caso della condanna di Silvio Berlusconi al pagamento del risarcimento danni, la sentenza dell'appello era quella definitiva.

Tant'è che ieri, i legali della CIR non si sono rivolti ai legali di Berlusconi o a Berlusconi stesso, o all'azienda Med…

La coerenza dei legislatori Italiani!

La considerazione che hanno di noi all' estero.....

Provate questo link!

http://www.wdyl.com What do you love? Get more of what you love by searching across numerous Google products with one click.
Via Vittorio Schiavinato

piccoli rampolli crescono

Promette bene, fa credere di conoscere l'argomento, sa leggere.

Come possono chiederci serietà e sacrifici?

La verità è che un esecutivo di corrotti, cialtroni, leccapiedi, pregiudicati, malati e puttanieri non può governare un Paese nemmeno in situazione di "normalità economica" (e noi gliel'abbiamo permesso), figuriamoci in mesi come questi! Credibilità zero, autorevolezza scesa a valori negativi.
 Ma come possono chiederci serietà e sacrifici, tra bentley, processi, continui scandali e puttane minorenni?
wil non leggerlo

L’ego in similoro di Michela Vittoria

L’ego in similoro di Michela Vittoria


L’altro giorno, andando alla Sma di via De Laterani, ho visto che su un triste palazzo bianco è comparsa un’enorme scritta in similoro: “Ministro del turismo”.
Così, come la vedete: mica “ministero”, proprio“ministro”. Boh.
Ho pensato che se la fossero dimenticata, la e: anche la segnaletica istituzionale ha i suoi refusi.  Invece no.
Il punto è che il ministero del turismo non esiste: è stato abrogato con un referendum nel 1993 e da allora è un banale Dipartimento della presidenza del consiglio.
Poi però nel 2009 Berlusconi ha fatto la Brambilla ‘ministro senza portafoglio con delega al turismo’. Insomma, un ministro senza ministero, però con lo stipendio da ministro – e sul suo sito personale Michela Vittoria può mettere che è ministro.
Il sito del ministero invece non c’è: non esistendo il ministero, non può esistere neanche il sito.
In compenso c’è il cartellone lucidissimo in similoro, che indica ai passanti una notizia fondamentale: lì dentro n…

della serie perle rubate in rete:

"Dopotutto, continuiamo a lamentarci, ma se metti un bambino al volante di un camion e questo si schianta contro un albero la colpa non è del bambino, ma dei genitori che glielo hanno permesso. Ecco, Berlusconi è il bambino, l’Italia il camion, gli italiani i genitori. Il PD è l’albero."

Just like a family does!

Cassa delle Libertà

Lapide di un soldato veterano del Vietnam

el Guernica de Quino

Fosse anche un solo euro

Qui si sottoscrive in pieno l’articolo di Luigi Ferrarella sul Corriere della Sera: 
il fatto (politico) accaduto ieri non è che un capitalista deve scucire mezzo miliardo a un altro capitalista. 
Il fatto (politico) è che di nuovo, altri giudici, diversi dagli altri che l’hanno già detto in passato, hanno sancito che in Italia abbiamo un presidente del Consiglio corruttore.


Non è una partita di Monopoli, ragazzi: è (purtroppo) la storia di questo Paese.




Piovono rane

Le sentenze si comprano, in Italia

Leggo dal blog di Gad Lerner:
"....infine la certezza giuridica -Berlusconi acquisì la Mondadori con la frode, comprando una sentenza favorevole - si traduce in risarcimento del danno. I 460 milioni che il Tribunale di Milano, con provvedimento immediatamente esecutivo, impone a Fininvest di pagare alla Cir di Carlo De Benedetti, equivalgono più o meno al valore di mercato della Mondadori."


Considerazione mia personale: 
Colui il quale ci governa "compra" le sentenze.
Immagino che coloro che lo sostengono ne vadano orgogliosi.
Non viene in mente loro che possa aver "comprato" anche le nostre coscienze?

se lo pesti

Dal blog di Gad Lerner

Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha cumulato quest’oggi due ottimi motivi per considerare impossibile la prosecuzione del proprio mandato. Stamane il presidente del Consiglio ci ha informati (salvo smentita successiva, ma c’è il video) che Tremonti era compartecipe del famigerato comma Mondadori, da cui aveva preso furbescamente le distanze. Uno dei due, fra Berlusconi e Tremonti, ha mentito. In ogni caso la loro collaborazione non può decentemente proseguire.
Nel pomeriggio, poi, si è appreso che Tremonti vive a Roma in un appartamento il cui affitto di 8500 euro mensili viene da tempo saldato di tasca propria da Marco Milanese, il suo collaboratore per cui la Procura di Napoli chiede l’arresto. Un ex finanziare divenuto deputato Pdl che stranamente poteva permettersi Ferrari, Bentley, barche e altri lussi di origine più che sospetta.
Mi sembra che a questo punto le dimissioni di Tremonti siano divenute probabili, se non inevitabili.
Dal blog di Gad Lerner

Wanna Marchi della politica

Come ci si riduce! A presentare il libro di Scilipoti!
       Qualcuno lo definì la Wanna Marchi della politica.
       Non senza qualche ragione, a ben vedere!

è pvopvio un cvetino

Coyote Attack Best Footage Ever

Snoopy writer

Ci voleva calciopoli.

Siccome gli Italiani sono un popolo di pallonari e i tre quarti dei giornalisti una manica di pallisti, ci voleva Calciopoli per far capire che la prescrizione e l'assoluzione sono due cose opposte.
(M.Travaglio  Fatto Quotidiano di oggi)


Se ripenso a quante arrabbiature e a quanto tempo ho perso per farlo capire ai miei amici leghisti, (sì! sempre loro!), ora mi viene da piangere!

Made in China

Gli amici son dei gran rompiballe!

Terroristi in Valle di Susa. A chi Maroni?

Valsusa - Alcuni esponenti delle forze dell'ordine lanciano sulla gente sotto al cavalcavia dell'autostrada sassi, proiettili di lacrimogeni vuoti e lacrimogeni rischiando il morto.
Intanto il Ministro dell'Interno (condannato nel 2004 dalla Cassazione per avere morso la caviglia di un poliziotto durante una perquisizione alla sede del suo partito) sostiene che tra i manifestanti ci fossero terroristi da processare per tentato omicidio.




http://letteraviola.it

Come possono impaurirti......

il vero scopo

Avete mai riflettuto attentamente sul vero scopo di questa gente?
Il diritto d'autore in sé e per sé, per come la vedo io, è solo un pretesto o un obiettivo intermedio, fate un po' voi; quello che stanno realmente cercando di fare è molto più ambizioso, e letteralmente terrificante: trasformare il web in una specie di gigantesca televisione, i cui contenuti verranno decisi unilateralmente dai soliti potenti, e relegare gli utenti di internet al ruolo di webspettatori, la cui unica alternativa possibile sia farsi piacere quello che vedono o cambiare canale.
E' questa, in realtà, la partita che stiamo combattendo: difendere un formidabile strumento di comunicazione a disposizione di tutti per evitare che lo trasformino in una scatola da piazzare in mezzo al salotto, tra un divano, un tavolinetto basso e un paio di poltroncine.
E poi, la sera, addormentarcisi davanti. Metilparaben

In che paese viviamo?

A Genova, un anziano ammalato di Alzheimer perde la casa


per una multa di 63 euro. 


Rinviati a giudizio il direttore e tre funzionari di Equitalia,


la società di riscossione tributi.


La casa, ad insaputa dell'anziano, era stata messa all'asta


e acquistata grazie alla segnalazione di una talpa interna.


Mi chiedo e vi chiedo: in che cazzo di paese viviamo?



Quando la Lega era No Tav

I voltafaccia della Lega sull'alta velocità. I voltafaccia della Lega sull'alta velocità.I voltafaccia della Lega sull'alta velocità. Come si cambia, per non morire cantava la Mannoia














Pontida:le due settimane son passate.

Ne conosco tanti, ma non con questo coraggio!

Maltese su Repubblica

tranquilli

politici onesti nel pdl?

Censura al Web: cosa puoi fare Come sapete il 6 luglio l’AgCom voterà una delibera con cui si arrogherà il potere di oscurare siti internet stranieri e di rimuovere contenuti da quelli italiani, in modo arbitrario e senza il vaglio del giudice. Cosa si può fare? Andare alla pagina di Agorà Digitale in cui sono raccolti tutti i link, le iniziative e le proposte dei cittadini; Firmare e diffondere la petizione sul sito di Avaaz. Partecipare e invitare tutti i tuoi amici a “La notte della rete“, dal 5 luglio sera: quattro ore no-stop in cui si alterneranno cittadini e associazioni in difesa del web, politici, giornalisti, cantanti, esperti. Partecipare a una delle manifestazioni che si stanno a preparando a Roma e in diverse città..